AD ARCHITECTURAL DIGEST

2021-04-03 - Aggiornamento dell'azienda AD ARCHITECTURAL DIGEST

AD ARCHITECTURAL DIGEST: Louis Vuitton e l’arte del viaggio (in Islanda)Louis Vuitton e l’arte del viaggio (in Islanda)Louis Vuitton e l’arte del viaggio (in Islanda)Louis Vuitton e l’arte del viaggio (in Islanda)Louis Vuitton e l’arte del viaggio (in Islanda)Al viaggio proprio non sa rinunciare: quando gli viene chiesto dove scapperà non appena ci saremo lasciati la pandemia alle spalle, nomina almeno tre destinazioni sparse nel mondo. Lorenzo Liverani è un globe-trotter di professione. Da quando da bambino sgattaiolava di nascosto dai genitori a esplorare, perdendosi e infischiandosene di tutto, a quando ha lanciato il suo blog di lifestyle e il suo profilo Instagram che gli hanno permesso di visitare le destinazioni più esclusive del pianeta, a oggi, con il lancio del suo progetto Cali_Cut, che porta il gusto dell’esotico, dell’unico e della scoperta dentro casa, alla portata di tutti. Cali_Cut«Nei miei viaggi mi ritaglio sempre un giorno da dedicare alla ricerca di pezzi unici del luogo – spiega Liverani – Mi sono accorto che quando mostravo i miei acquisti sui social, riscontravo un grande interesse riguardo a dove li avessi acquistati. Così ho pensato: perché non permettere anche a chi mi segue di poter avere un proprio capo, o oggetto speciale?». Cali_CutCali_Cut nasce da qui: dal desiderio di rendere accessibile l’emozione della scoperta e del viaggio in luoghi lontani. Il suo nome deriva da “Kalikooth”, il termine arabo per indicare l’omonima città indiana e rappresenta una vetrina dove si possono acquistare accessori di design, capi e complementi d’arredo unici che Liverani ha scovato nel corso dei suoi viaggi per il mondo. L’idea alla base del progetto non è solo rendere accessibili degli oggetti iconici, ma anche fare in modo che delle piccole realtà artigiane etiche possano essere conosciute anche a livello internazionale. Cali_CutSullo shop online si possono trovare coperte portoghesi in lana e cotone filati con tessuti originali degli anni ’80, autentiche vestaglie turche realizzate da artigiani locali e teste di moro in ceramica di Caltagirone. Ma anche consigli di viaggio, con suggerimenti di alberghi di nicchia e soggiorni e una playlist da ascoltare per essere altrove, almeno con la mente. Lorenzo Liverani, fondatore di Cali_CutQuando è nato il progetto? «Cali_Cut nasce nella mia mente due anni fa, ma essendo sempre in viaggio non ho mai avuto modo di metterlo a punto. La pandemia ha cambiato le cose. Lo stop forzato mi ha permesso di lavorare sul progetto e di concretizzarlo. Prima che scattasse il lockdown avevo visitato quattro continenti in quattro settimane. Avevo bisogno di una pausa, ma dopo un mese e mezzo la mia mente ha iniziato a soffrire questo fermo. La cosa che mi ha salvato è stato essere circondato da oggetti provenienti da ogni parte del mondo. Il solo guardarli mi ha permesso di non smettere di viaggiare. Sono un sognatore e ho deciso di lanciare questo progetto». Cali_CutQuando è iniziato il tuo amore per il viaggio? «La passione per i viaggi per me è un’indole. Il passaggio da turista a viaggiatore è avvenuto quattro anni fa. Mi trovavo a Cuba e mi sono trovato a confrontarmi con un mondo diverso, un luogo autentico, ancora intatto nella sua unicità. Ho soggiornato nelle case particulares, a contatto con la gente del posto. È stato un viaggio diverso da quelli ai quali ero abituato: i press tour sicuramente hanno dalla loro parte lusso e comfort, il fatto che sia tutto facile e organizzato, ma si perde un po’ l’essenza del luogo. Mi sono reso conto di amare un lusso più “difficile”, da scoprire lentamente, e questo mi ha permesso di conoscere tante realtà nascoste». Cali_CutCome hai scovato questi cimeli?«Per le coperte portoghesi si è trattato di un caso. Ero a Lisbona e sono capitato in una piccola bottega piena di cianfrusaglie. Nel retro c’era una stanza piena di tappeti meravigliosi e coperte. È stato quasi surreale. Una piccola stanza del tesoro. Le coperte sono fatte in lana vergine pura senza coloranti, e questo rispecchia l’idea di Cali_Cut di sostenere realtà con un basso impatto ambientale. Per le teste di moro è stato più complicato: ero a Taormina e le ho trovate in un negozietto. Ce n’erano solo due bianche. Allora ho deciso di non comprarle, ma mi sono rimaste in mente per i tre anni successivi finchè non mi hanno proposto un viaggio stampa sull’isola e allora non potevo lasciarmele scappare. Con le vestaglie è stato amore a prima vista. Le ho scovate in una bottega di Istanbul che vende oggetti e accessori della cultura locale». Cali_CutChe rapporto si è instaurato con queste realtà?«La mia idea è quella di valorizzare delle piccole realtà locali dando loro visibilità e creando un rapporto continuativo. Vorrei che i prodotti proposti fossero evergreen sempre disponibili, ma non c’è un’idea precisa anche per quello che proporremo in futuro. Il denominatore comune è l’unicità del prodotto». Dove andrai non appena si potrà tornare a viaggiare?«Durante questo lockdown sono tornato in due posti con la mente: uno è un tramonto infuocato alle Maldive. Il cielo era tutto rosso e rosa, è stato uno spettacolo indimenticabile. L’altro, per quanto possa sembrare banale, è il roadtrip che ho fatto in America tra Arizona, Utah e Nevada. Poi mi piacerebbe andare in Messico, nella parte centrale del Paese. L’importante è partire, un viaggio arricchisce sempre. Anche se la destinazione delude, c’è sempre qualcosa da imparare».       Potrebbe interessarti ancheNatalia Criado: «Le mie creazioni raccontano le Ande»«Floating Islands»: un viaggio in Antartide diventa un libroUn viaggio emozionante nei paesaggi dell’Islanda The post Un viaggio emozionante nei paesaggi dell’Islanda appeared first on AD Italia.