AD ARCHITECTURAL DIGEST

2020-09-14 - Aggiornamento dell'azienda AD ARCHITECTURAL DIGEST

AD ARCHITECTURAL DIGEST: Peter Pilotto per Once MilanoPeter Pilotto per Once MilanoPeter Pilotto per Once MilanoAtelier Swarovski Home, vasi FrameworkAnthropologie. un dettaglio della copertaI tappeti di Made with Love-Romania in vendita da selency.frI tappeti di Made with Love-Romania in vendita da selency.frStilografiche della collezione Oceani di AuroraQualcosa di nuovo per ricominciare dopo le vacanzeTISAUREA, il baule firmato Ludovica MascheroniTISAUREA, il baule firmato Ludovica MascheroniTutto gira intorno a loro. L’armocromia (non possiamo non citare Rossella Migliaccio, esperta in materia) ci ha insegnato a valorizzare il nostro viso con le palette giuste, a scegliere il make-up scoprendo la temperatura della nostra pelle e a puntare sugli abiti dalle tonalità ideali per ognuna di noi. Ma lo studio della percezione, della cromoterapia, della psicologia dei colori è importante in tantissimi altri settori come la moda o la pubblicità, e ovviamente anche nell’interior décor. Del resto scegliere la tinta giusta per la camera da letto o per lo studio non è così banale. Sappiamo tutti che ogni tonalità è in grado di regalarci emozioni differenti. Pensate  a quanto possa conciliare il sonno una camera  da letto dai toni soft rispetto a una dalle tinte shock e immaginate di poter gestire (o almeno provare) alcune reazioni del nostro corpo tramite l’arredamento.Ecco, questo è quello che ci piacerebbe poter fare sfruttando i significati dei colori per allestire le stanze delle nostre case. FREDDI E CALDI: LE DIFFERENZE Per iniziare facciamo una macro divisione tra colori freddi e caldi: i primi, che virano in una anche minima percentuale verso il blu, aiutano a rilassarsi, creano pace e tranquillità. Ideali per camere da letto e zone relax. I secondi, invece, sono quelli che si portano dietro degli accenni di giallo, sono più carichi di energia e di forza tanto che, come hanno dimostrato studi in questi ambiti, sono in grado, addirittura, di accelerare i battiti cardiaci. Già questa semplice distinzione è in grado di schiarirci le idee. Ma andiamo più nello specifico e scopriamo i significati delle varie cromie. IL DIZIONARIO (EMOTIVO) DEI COLORI PRIMARI: per definizione quelli che non possono essere generati da altri coloriBLU: ispira tranquillità e stabilità. Classic Blue, tra l’altro, è il colore Pantone 2020 che, come lo descrivono loro stessi, vuole «infondere calma, fiducia e un senso di connessione, per mettere in evidenza il nostro desiderio di una base stabile e affidabile da cui partire mentre ci apprestiamo a varcare la soglia di una nuova era»… a pensarci ora forse abbiamo sbagliato annata.ROSSO: il colore dell’amore, della passione, del fuoco e dell’energia. Energetico, a volte anche troppo: rischia di creare ansia e agitazione.GIALLO: entusiamo, positività, luce e attenzione. Stimola la concentrazione. SECONDARI: quelli generati dalla combinazione di due primariVERDE: speranza, pace, natura, è rilassante e provoca un senso di calma. VIOLA: esprime la connessione con il divino e aiuta a entrare in una dimensione spirituale. Ha un’allure regale.ARANCIONE: vitaminico ottimismo, simboleggia avventura, energia. ISPIRAZIONI PER SCEGLIERE IL COLORE GIUSTO Ora che abbiamo capito le potenzialità di questi colori vediamo come è meglio abbinarli alle zone della nostra  casa: sfogliate la gallery in alto, troverete tante idee e soluzioni adatte a ogni cromia. Potrebbe interessarti ancheBiciclette: le ultime novità tra arte, moda e designCampagna inglese: ispirazioni autunnali per l’home décorQualcosa di nuovo per ricominciare The post Qualcosa di nuovo per ricominciare appeared first on AD Italia.