24-27
gennaio 2020
homewall
Cerca espositori, prodotti e news
Cerca espositori, prodotti e news

AD ARCHITECTURAL DIGEST

2019-12-11 - Aggiornamento dell'azienda AD ARCHITECTURAL DIGEST

AD ARCHITECTURAL DIGEST: Il grande successo della Dubai Design Week, che si è tenuta nel novembre scorso, ha confermato Dubai, l’avveniristica città del Golfo Persico (dove dall’ottobre 2020 andrà in scena un’avveniristica edizione dell’Expo), come uno dei punti di riferimento per il design contemporaneo. Nel giro di qualche anno, la manifestazione ha acquisito una sempre maggiore autorevolezza, convogliando aziende internazionali, designer affermati e nuovi talenti, e distinguendosi per la qualità delle proposte. Per la precisione, Dubai si sta affermando come un “design hub“, un luogo di incontro che interpreta perfettamente lo spirito dinamico e flessibile di una moderna città votata alla creatività. Come spiega Eleanor Watson, curatrice del Global Grade Show, uno degli eventi di punta della Dubai Design Week, «oggi ci sono molti hub interessanti per il design. I creativi tendono a organizzarsi da soli per creare degli hub. Ora questo concetto è molto più diffuso, anche grazie a internet». E’ convinta della forza di Dubai come hub del design anche Rue Kothari, curatrice di Downtown Design, appuntamento imprescindibile durante la Dubai Design Week, dove erano presenti espositori internazionali e dove ci si poteva fare anche un’idea del nuovo design arabo. «Dubai può diventare un riferimento per il Medio Oriente, e non solo. C’è sicuramente il potenziale». D’altronde, dal 2015, da quando si è tenuta la prima edizione della DDW si è registrata un’evoluzione costante, che ha reso la manifestazione un osservatorio importante per cogliere nuovi stili e tendenze. «Qui c’è una notevole cultura, che si riflette anche nel gusto per il design», aggiunge Kothari. «Le nuove generazioni sono molto attente al design contemporaneo, e questa fiera è una piattaforma per creare un’offerta calibrata sulle nuove esigenze». Un’offerta ricca e diversificata, che tiene in grande considerazione anche la tradizione. «Nella fiera c’è una sezione dedicata alle eccellenze dell’artigianato locale», continua Kothari. «L’idea è di creare oggetti legati alla cultura moderna, dando una dimensione internazionale al design locale. Questo desiderio di offrire una visione molto ampia sulla creatività contemporanea si coglieva naturalmente al Global Grade Show, dove i progetti testimoniavano una grande attenzione per l’attualità. «Per esempio, quest’anno c’erano lavori molto interessanti legati al discorso della sostenibilità», spiega Eleanor Watson. «I designer sono consapevoli di questa tematica, sentono molto questa responsabilità». Non solo. Come si notava al GGS, è in atto una trasformazione del ruolo del designer. Come nota Watson, «oggi il mercato si basa soprattutto sui servizi e molti giovani creativi si stanno spostando in quest’ambito, verso il service design». The post Dubai, nuovo hub del design appeared first on AD Italia.

ultime news